Warning
  • JUser: :_load: Unable to load user with ID: 1004

La Shoah nel vissuto del popolo polacco, La pensione (Piotr Pazinski)

Una Polonia che vive tuttora nell'ombra della Seconda guerra mondiale è quella di cui parla lo scrittore polacco Piotr Pazinski nel suo libro La pensione, tradotto da Mimesis per la collana eLit di letteratura europea e vincitore del Premio Letterario Europeo.

Questo video, realizzato per Mimesis grazie al contributo e alla collaborazione con Atlante del Novecento Letterario, ci riporta all'incontro dell'autore con gli studenti dei licei Socrate, Peano e Virgilio di Roma avvenuto in occasione della fiera Più Libri, Più Liberi di Roma (7-11 dicembre 2016).

Gli interventi dei ragazzi, uniti a quelli del traduttore Alessandro Amenta, di Simona Cives delle Biblioteche di Roma e della scrittrice Ilaria Gaspari, sono una testimonianza del potere della letteratura quando racconta la storia di un popolo, in questo caso polacco, all'indomani della strage del secondo conflitto mondiale.
Attraverso il protagonista della Pensione, che ripercorre la storia di un popolo che ha vivo nella memoria il dramma della Shoah, la letteratura interroga, risponde ad alcune domane, induce alla riflessione, ma soprattutto «contiene verità», come riferisce lo stesso autore.

E in un giorno in cui si commemorano le vittime dell'Olocausto, un libro come La pensione diventa uno strumento per fare memoria di un passato e di una tradizione, quella polacca, che va scomparendo nella memoria dei molti, ma non in quella di un popolo. 

Media

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Log in